Monografia delle piante
Monografia delle piante

 ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ


Arnica
ARNICA (Arnica Montana).
FAMIGLIA: Asteraceae

HABITAT: tutte le zone montagnose d'Europa.

PARTE USATA: i fiori e il rizoma raccolti in autunno.
COMPOSIZIONE CHIMICA: contiene dallo 0,2 allo 0,5% di lattoni sesquiterpenici. È presente una modesta quantità di olio essenziale (circa 0,5%).

PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione anti-infiammatoria: tradizionalmente viene usata per le sue proprietà anti-infiammatoria e antidolorifica. Queste azioni sono dovute soprattutto ai lattoni sesquiterpenici, i quali hanno dimostrato la capacità di ostacolare la liberazione di sostanze che favoriscono l'infiammazione da parte dei globuli bianchi. In studi su animali l'Arnica è stata in grado di opporsi al gonfiore, al rossore e al dolore indotto dalla carragenina nella zampa del ratto, con un'efficacia simile a quella dell'indometacina, un noto anti-infiammatorio di sintesi. L’applicazione di prodotti topici contenenti estratto di arnica sulla pelle può avere azione antidolorifica e anti-infiammatoria nella zona di applicazione.

EFFETTI COLLATERALI E CONTROINDICAZIONI: per via interna può provocare cefalea, dolori addominali a tipo colica addominale, palpitazioni cardiache e respirazione accelerata. Inoltre può dare reazioni allergiche da fotosensibilizzazione, con arrossamento, prurito e bruciore delle parti cutanee esposte alla luce. Pertanto essa viene usata quasi esclusivamente per via topica, evitandone però l'applicazione in vicinanza degli occhi, della bocca e in pazienti allergici. Non va usata in gravidanza, durante l'allattamento e nel bambino al di sotto dei 12 anni di età.

Approfondisci su Wikipedia
Wikipedia
  
Seguici su Facebook
PROMO
PROMO
PROMO